INDEFINIBILE

woman with chocolate in head and splash

Assenza della memoria

nella dissolvenza

d’un ricordo sorseggiato

con l’amaro in bocca

Si fa fiele rancoroso

dentro una geometria aliena

che stenta a definirsi ovvia

nel traslato di pensiero

arrogante e indefinibile

@Silvia De Angelis 2018

Video della poesia “Indefinibile”

 

Annunci

UNO SQUARCIO DI BLU

7ca8d4ca1a850e399ce9e9ab3a50c533

Si stringe lo spazio dei respiri

accrescendo

focali mancanze

Rendono miope lo sguardo

disperso in orizzonti

ritagliati

su ghigno d’un mesto crepuscolo

Qualche breccola dipinta

gettata in acqua

fa volubili concentrici

in cui rivedere

uno squarcio rumoroso di blu

che dia senso

a un sorriso d’angolo nascosto

@Silvia De Angelis 2017

 

 

 

ER CARZOLARO

788846603-bottega-del-calzolaio-montemerano-calzolaio-maremma

Drento ‘nvicoletto de’ ‘sta città marzana

ce sta ‘na botteguccia ‘ntica

‘ndo fanno ‘a fila li poveracci..

quelli che co’ pochi spicci

fanno rinasce scarpe da buttà via

So’ ‘e mani maggiche der carzolaro

‘ntinte ne’’attrezzi rudimentali

manipolati c’ a pazzienza de ‘na vorta

quanno nun se cognoscevano

‘e tecniche moderne

Lui batte e ribatte cor martello

e fa passà ‘o spago n’ dove serve

 e co’ ‘na manciata de chiodi

risola qui carzari pe’ potè camminà

nfino arrivà ncapo ar monno

TRADUZIONE

 IL CALZOLAIO

Dentro un vicoletto di questa città malsana

esiste una botteguccia antica

ove fanno la fila i poveracci..

quelli che con pochi soldi

risistemano scarpe da gettare via.

Sono le mani magiche del calzolaio

che usano attrezzi rudimentali

manipolati con la pazienza di una volta

quando non si conoscevano

le tecniche moderne

Lui batte e ribatte col martello

e fa passare lo spago ove occorre

e con pochi chiodi

risuola quelle calzature per poter camminare

e poter arrivare in capo al mondo

@Silvia De Angelis

GABBIANI

gabbiani-al-volo-2-71050cb0-64ef-4485-858a-a09fca660aba

Un volteggio di soffici gabbiani

plananti su insensibili granelli

Complicate e inquiete rotte

dovettero esordire al raggiungere della meta

Quei piumaggi misti a lievi membra

in oceanici azzurri cimentarono le forze

alcuni solitari, i più felici in coppia

E quell’immensa foggia d’ali

che dispiegata sembra abbracciare il mare,

s’affaccia impalpabile nell’orizzonte

indeciso nel suo curvo destino

@Silvia De Angelis 2010

NEI LACCI DELLA NOTTE

8ea50101384581c827890f210b2df45d

Smodati boccoli

nei lacci della notte

mentre si logora il pensiero

disperso

in quella buia via

ove vaghi solitario

Cerchi sapienti e oblunghe mani

che sciolgano impronte di luna

sul sesso voglioso

di stropicciarsi addosso

carni di femmina vera

fuori dal baratro della vita

@Silvia De Angelis

Video della poesia “Nei lacci della notte”

TRA VEGLIA E SONNO

coppia collo'''

Quasi ipnotico

quell’incontro con te…

non lascia spazio

a frammentate idee

Solo dà adito

alla creazione d’un vissuto passionale

senza curve

o sbandi di sorta

che in qualche modo ne deturpino

l’enfasi spontanea

Ad occhi chiusi

saprei trovarti nella folla

annusando l’intermittenza del tuo odore…

quasi d’inchiostrata notte

che scavalchi

quel denso oscillare tra veglia e sonno…

@Silvia De Angelis

Video della poesia “Tra veglia e sonno”

DRENTO ‘NA SERA

donna romantica12

Me so’ ‘mbriacata

drento ‘na bolla de silenzio

mentre er zole scenne quatto quatto

e tutto d’en botto

se fa’ ‘nghiottì da ‘n’orizzonte ‘ncredulo

comediante ner miracolo d ‘a natura

So’ li colori trapuntati d’autunno

che s’emmischieno co’ queli dell’anima mia

fino a toccà li senzi sbalorditi

da’n’profumo de more

che se rapprendeno sur finire der giorno

trastullato da ‘n’paio de raggi de sole

T R A D U Z I O N E

IN UNA SERA

Mi sono persa

dentro una bolla di silenzio

mentre il sole scende lentamente

e all’improvviso

si fa inghiottire da un orizzonte incredulo

commediante nel miracolo della natura

Sono i colori trapuntati d’autunno

che si mischiano con quelli della mia anima

fino a toccare i sensi sbalorditi

da un profumo di more

che si rapprendono sul finire del giorno

trastullato da qualche raggio di sole

@Silvia De Angelis

F U G A

22688519_10210414219574765_5013662501391702634_n

Ore senza stelo

come virgulto fuori dalla vita

accerchiano la gravitazione

verso una liberatrice fuga

Declina un doloroso madrigale

che d’apnea fa possesso

profanando il respiro fioco

Latitanza vibrante

priva da strati di scivoloso olio

fatale all’articolazione dell’animo

crucciato

 fuori d’un fremito d’universo

@Silvia De Angelis

Video della poesia “Fuga”