1-mare1
Annunci

PICCOLE MALVAGITA’

efad940b566314edb47cfb7bb5bf25f4

E’ quasi indispensabile

un lieve pizzico di malvagità

sul posatoio della vita

In sua vece l’eccessivo buonismo

non detiene primati rilevanti

nella suggestione del pensiero

affascinato da una cruda vertigine sleale

Insolita sa rendere appetibile

una certezza trasgressiva

nella densità della sua illogica essenza

incapace di rombare burrasca

ma solo efficace sottigliezza

in quel saper congiungere sapienti vuoti

dai tratti avvenenti

@Silvia De Angelis 2012

F O R M I C H E

formiche

Nella dimensione

d’una realtà rarefatta

si muove agile

sulle esili zampe

minuscolo imenottero

Ispirato d’ abili antenne

nei motivi sintomatici

d’un agire programmato

movimenta con passi decisi

un notevole ciclo vitale

agevolato dalla salda mandibola

efferata nei soffi di difesa

Inquadrato in severe caste

s’addentra in ombrosi cunicoli

impegnando riti atavici

tramandati dalla specie

Imbattibile laboriosità

nei cromosomi ereditati

dona all’insetto  irripetibile forza

nell’espansione d’un dominio

che lo fa prevalere

nel mantenimento

di rigenerazione della natura

@Silvia De Angelis 2012

 

‘STA BANANA

img_56871

S’arza all’arba mezzo stordito

pe’ annà a lavorà

ar Mercato de Testaccio

perché lì tiene er banco da fruttarolo

Ariva a ‘sta piazza cor fiatone

e dopo avè scaricato

quer mucchio de cassette

zitto, zitto se fuma ‘ na cicca

pe’ ripiasse d’a fatica

Er primo acquirente de ‘sto giorno

è ‘na signora ben messa

co’ du’ poppe ar vento

e cor deretano de tutto rispetto

Co’ aria ‘ndiferente

questa se avvicina ar banco

e comincia a tastà tutto quer ben de Dio

sbraitando a destra e a manca

che nun je va bbene gnente

Ste pere so’ moscie,

ste mele so’ troppo grosse

e ste banane so’ striminzite

Allora er regazzotto

prima je tira n’occhiataccia

poi se vorta e de rimanno je risponne

mo te faccio sentì quella mia de banana

che s’è ringalluzzita e cià voja d’esse trastullata,

così te stai zitta du’ minuti!

TRADUZIONE

LA BANANA

Si alza all’alba insonnolito

per andare a lavorare

al Mercato di Testaccio

perché lì ha un banco di frutta

Arriva a quella piazza col fiatone

e dopo aver scaricato

un mucchio di cassette

silenzioso fuma una sigaretta

per riprendersi dalla fatica

Il primo acquirente del giorno

è una signora formosa

con un bel seno

e un sedere vistoso

Con aria indifferente

questa si avvicina al banco

e inizia a tastare tutto quel ben di Dio

lamentandosi continuamente

e non le va bene niente

Le pere sono mosce

Le mele sono troppo grosse

E le banane sono striminzite

Allora il ragazzo

prima la guada di traverso

poi si volta e di rimando le risponde

ora ti faccio sentire la mia banana

che si è ringalluzzita e vuole essere trastullata

così stai zitta due minuti!

@Silvia De Angelis 2011

 

NEL TUO SAFARI

78fc58cbbbd9899623c4b8c8bf0478d8

Ora mi chiedo

in quel rimbalzo

di solitudine color sabbia

avrei potuto scavarmi

un sogno di genialità…

Invece

mi sono lasciata caracollare

dall’ insano  mito

d’amichevole impatto

nel safari del tuo

grigio anonimato

ove  ordigni conclamati

solo adorano

tacere

inesplosi…

@Silvia De Angelis 2013

EQUILIBRIO

equilibrio

Quasi in sordina

e in un tempo che s’allunga

accade una verità placida

Attonita e silenziosa

si corica su una linea saggia

senza contraccolpi

o moleste remore

Amplia fotogrammi

al di fuori di grigia grandine

sperimentando il nesso

fra un sonoro fermento

e un angolo di buio

attrattive all’antitesi

slacciate dalla vita

su cui mescolare il fiato

@Silvia De Angelis 2018

SOLITUDINE SCELTA

DONNA RAMI654

S’impenna nella fonte del pensiero

“un quasi attrito”

Sgretola castelli e dipinte mete

rivolte a penombre

immeritevoli d’encomio

Si svuotano le tasche

colme di sogni

e il passo si fa mesto

nel viale solitario

La brezza fumosa d’animo

sussurra

amareggiata

che l’unico centro

equidistante dalla vita

siamo noi

al confine d’una lacrima

scesa prima dell’ora

@Silvia De Angelis 2018