1-rosso blog

Annunci

ER SOGNO

 bolla_anodizzazione_titanio

E quanno er zole

nun riesce più a scardatte

perché er gelo de ‘a notte

t’ha acchiappato l’anima

te giri e te rigiri

su te stesso

pe’ trovà ‘na soluzzione

che te ridia er soriso

A dì ‘a verità

si te guardi ‘ntorno

so’ poche ‘e cose

che te riaggiusteno er cervello

ma tu capoccione

sai che ‘a vita è ‘na bolla de sapone

perciò te ‘a rimiri

‘mmagginando

che mamma e papà

pe’ mano

te porteno  ancora a vedè

‘e marionette ar Pincio

TRADUZIONE

IL SOGNO

Quando il sole

non riesce più a scaldarti

perché il gelo della notte

t’ha presol’anima

ti giri e ti rigiri su te stesso

per trovare una soluzione

che ti ridia il sorriso

A dire il vero

quando ti guardi intorno

sono poche le cose

che ti rasserenano

ma tu testardo

sai che la vita è una bolla di sapone

perciò la guardi

immaginando

che tua madre e tuo padre

per mano

ti portino ancora a vedere

le marionette al Pincio

@Silvia De Angelis

 

PASSI D’AUTUNNO

27cf3b362754559951e90d1416ecf33f

Lievi e sobri ventagli

d’ossidate foglie

planano

come tremule farfalle

in quel di ruvido asfalto

calpestato d’oscuri mantelli

E in quell’andare

annegato

sulle sponde d’ancestrali sguardi

s’aprono gemiti d’alberi

imploranti sillabe di verde

a un cielo

che dà in pegno occhi d’azzurro

in cambio di tralci odorosi

sfuggenti dalle dita

@Silvia De Angelis

Video della poesia “Passi d’autunno”

AGLI ANGELI CARI

DSC_0032

Nembi leggeri

d’un mare senz’acqua

nella gravitazione

d’angeli persi

Nell’orizzonte assente e lontano

inclinano astratte emozioni

sul filo d’un lieve afflato

Il cruccio incipiente

in noi

precipita in oscuro turbamento

ove il pertugio d’un fato inamovibile

destabilizza il pensiero

Nel gelo della notte

avvertiamo sfiorare i polpastrelli

mentre creature incorporee

colorano di morbidi idillii

i nostri sogni

@Silvia De Angelis

Video della poesia “Agli angeli cari”

UNA BEFFA

donna triste poi

Disabile ad amare

vivo in un ventre immobile

rarefatto di quegli impulsi

scavati in mezzo al petto

E quando un filo di grecale

solletica labbra inaridite

da un sole stantìo

cerco la presenza onirica

di parole antiche

Sanno smuovere

forse

un degrado insostenibile

in sosta dietro la felicità

inclinata a forza

da una beffa breve….

@Silvia De Angelis

 

SENSO D’INFINITO

20112612_prarolo_15

La mano si è posata con forza

su parabole vitali ferendomi a dismisura

eppur da quella sofferenza ho tratto un vanto

e senza retrocedere ho varcato il limite del cerchio

scrutando oltre

Ho assimilato colori d’ocra e nuova luce

nel gemito di foglie aleatorie nel vento

Nell’odore d’aliti di primavera

ho tratto semi germoglianti natura

Migro ora  coi polsi liberi da legature

ampliando ascolti aperti a inedite impronte

in una piazza ove si racchiude il senso d’infinito

@Silvia De Angelis

                                                                             Video della poesia “Senso d’infinito”

 

NER TEMPO CHE PASSA

w40vy0zd6xo48

NER TEMPO CHE PASSA

Se semo beccati drento li momenti futili de gioventù

crescenno nella bolla d’amore vero

che cià fatto annà avanti nell’intemperie d’ a vita

sempre fracigate da ‘ncredibbili acquazzoni

Cianno bagnato ‘nfino al profonno

e mo che semo riusciti a asciugacce

avemo perzo er gusto d ‘a  parola

e come du sconosciuti annamo avanti pe’ vie lontane

smemorati de tutta l’acqua che se semo presi abbraccicati

TRADUZIONE

NEL TEMPO CHE PASSA

Ci siamo conosciuti nei momenti allegri della gioventù

crescendo in una bolla d’amore vero

che ci ha fatto proseguire nelle intemperie  della vita

sempre bagnata da incredibili acquazzoni

Ci hanno inzuppato fino al profondo

ed ora che siamo riusciti ad asciugarci

abbiamo perso il gusto a parlare

e come due sconosciuti camminiamo per vie lontane

dimentichi di tutta l’acqua che ci siamo presi, abbracciati

@Silvia De Angelis

FRAGILITA’

donna felce89

Meccanismi polverosi

ripetuti all’infinito

sull’iride lucida

alla ricerca d’un cielo

E’ la recita astratta

e pulsante senza tregua

a tracciare una linea

mancante d’equilibrio

Dietro un richiamo

affabile e silenzioso

decade da un credo di parole

volate via come un ritornello

sfumato da un morbido libeccio

@Silvia De Angelis

                                Video della poesia “Fragilità”